Maestri

Benvenuto Grafeo

Tra le figure più importanti della Scuola Medica Salernitana va ricordato Benvenuto Grafeo, reso celebre dal trattato De oculorum adfectibus, in cui si analizzano diverse malattie oculari e vari interventi operativi.

L'opera, relativa ai secoli XII e XIII, sembra evidenziare una  derivazione dalla medicina orientale, sebbene poche siano le cognizioni di medicina araba presenti, se non quelle già diffuse a Salerno.

Il panorama dei maestri citati è dominato dalle figure di Ippocrate e Galeno, mentre compare un solo nome arabo. Non si accenna minimamente agli interventi e metodi di cura diffusissimi nella medicina araba, si può dunque concludere che Benvenuto non ne era a conoscenza e che la sua cultura sia incentrata prevalentemente sulla tradizione latina. L'opera del Grafeo è infatti caratterizzata da un indirizzo pratico-didattico e gli attrezzi chirurgici adoperati mostrano una diretta discendenza dalla cultura classica.

 

MANOSCRITTI

TITOLOCITTA'BIBLIOTECASEGNATURASECOLO
De arte probatissima oculorumNapoliBiblioteca NazionaleVIII. G. 100XII-XIII
Liber pro sanitate oculorumFirenzeBiblioteca Mediceo LaurenzianaGaddi 81XV
Liber pro sanitate oculorumFirenzeBiblioteca Mediceo LaurenzianaAshburn 225 c.4r p. 142XIII

Benvenuto Grafeo, De arte probatissima oculorum, Napoli, Bibl. Naz., VIII G. 100, f. 98